Lo Stregone

"Posso bindarmi pure tua madre!!!"

Description:

Uno strano individuo alto e ricoperto da pitture tribali bianche e nere su tutto il corpo, vestito solo dalla vita in giù, con una lacera e consunta tunica rosso porpora che arriva fino ai piedi. Da quello che si racconta, pare che viaggi in sella ad un cavallo nero come la pece e dalla criniera infuocata. Secondo la leggenda, la vista della Stregone è un presagio di sventura per colui che lo vede.
Quando egli si è mostrato nella Valle della Vergine di Ferro, gli avventurieri hanno provato a combatterlo, ma non hanno avuto successo.
Dopo essere fuggiti da una nave volante e aver esplorato una immensa grotta (la quale si è scoperto essere la tana del suo destriero Azazel), egli si è mostrato nuovamente ai PG per “riscuotere” l’anima del suo fedele servitore, per poi scomparire un’altra volta…
Riappare un’altra volta dopo che il gruppo si è riuscito a sconfiggere il figlio di Akatos, spiegando loro cosa fosse quel marchio che si impresse sia sulle loro mani destre sia nella loro anima…
Non molto tempo dopo, ricompare nella Capitale del regno di Ecate per burlarsi del nuovo aspetto di ogni membro del gruppo (dovuti alla loro dipartita per mano dei discepoli di Akatos e la successiva reincarnazione da parte del Dio in persona). In questa circostanza, egli fa un’offerta al gruppo: in cambio della loro “libertà” dal vincolo spirituale di Akatos, il gruppo avrebbe dovuto consegnargli l’anima del Gran Maestro del Tempio…
Una volta consegnatagli, Lo Stregone mantiene fede alla parola data e porta gli avventurieri dal fratello il quale, in quanto anch’egli divinità e nutrendo un certo odio per Akatos, è ben felice di rimuovere il marchio del non stimato collega.
Ora egli ha incaricato il gruppo di fornirgli l’anima del Capo della Gilda dei Ladri di Arcangelo.

Novità
Il caro Stregone, nello sfoggio dei suoi mirabolanti ed incredibili poteri, si è purtroppo dimenticato che l’avversario con cui si stava scontrando (alias Lupin IV) non era uno di noi comuni mortali dal cervello lento e dalla moderata saggezza, ma un pazzo psicotico disposto a condannare un continente pur di non morire (per chi non l’avesse capito, indice di saggezza medio-bassa). Long story short, per non far finire troppo presto un incontro per lui abbastanza semplice, ha attuato la strategia Vegeta© : morale della favola, il pazzoide ha fatto saltare in aria un non ben definito artefatto e ora sono tutti morti (quasi tutti, dai !).
E TUTTAVIA il magnanimo stregone è riuscito a farci andare avanti nel tempo, probabilmente a causa di un non ben definito errore in qualche strana magia (perché vabbè fantasy, ma non si abusa dei viaggi nel tempo in alcun caso).
Forse è morto, forse è vivo; molto probabilmente è vivo ma mutato/amputato/chenneso-ato.

Bio:

Lo Stregone

Shattered lands nightwisper4 Necromorder